David Nash – La verità risiede nella Natura

Profondo legame con la natura e connessione con lo spazio circostante

Parliamo di David Nash, scultore britannico e ambientalista convinto. La sua poetica esplora l’interazione tra gli esseri umani e il loro ambiente naturale. Per poter esprimere tutto questo e rispettando i suoi principi, sceglie la sua materia prima: il legno. Utilizza infatti ciò che la natura ha da offrirgli: recupera alberi caduti spontaneamente o residui di potatura per dargli nuova vita. Forme inaspettate, tendenti al primitivismo, Nash ci riporta all’essenziale, per ricordarci che il semplice e il genuino esistono ancora. Infatti, tutta l’arte di Nash consiste nel rivelare la natura e la vita stessa.

“Piuttosto che elaborare un’idea e cercare di trovare il materiale giusto, sono sempre stato attratto dal legno. Tutto in esso mi ispira, dalla sua forma alla sua essenza”.

Per arrivare a questo stadio di consapevolezza, l’artista, ad un certo punto della sua esistenza, si rende conto che la quotidianità che vive, inizia a stargli troppo stretta. Così, alla fine degli anni ’60, scappa via dalla vita di città e si trasferisce nel remoto villaggio di Blaenau Ffestiniog, al nord del Galles, dove risiede ancora. Trova la sua dimensione, vivendo direttamente ciò che stava cercando.

Tra boschetti coltivati ​​e manipolati per formare cupole, alberi caduti e scolpiti con il calore, enormi sfere di legno lasciate scivolare giù per le montagne e lasciate al proprio percorso naturale, Nash compie azioni “primoridiali”. Per lui è questa l’essenza. Un essenza lontana anni luce da un società costruita su scenografiche che pretendono di venderci la perfezione, ma che di veritiero non ci racconterà mai niente.

La verità, ci dice Nash, risiede nella natura.

Sei un’appassionato d’arte? Per altre curiosità, clicca qui !

Lascia un commento