Loving Vincent: Quando la pittura si fa cinema

Sono molti i film su artisti che hanno fatto la storia dell’arte ma in Loving Vincent è l’arte che diventa cinema. Loving Vincent è il primo lungometraggio animato interamente dipinto a mano. Ci sono voluti sette anni e 125 artisti per realizzare quest’opera monumentale che mescola pittura ad olio e tecnologie cinematografiche.

Ecco il trailer:

La trama

Siamo nella Francia del 1891, un anno dopo la morte di Vincent Van Gogh, il postino Joseph Roulin affida a suo figlio Armand una lettera da recapitare al fratello del pittore: Theo. Armand nostante non nutra grande rispetto per il pittore, accetta l’incarico per via della stima del padre nei confronti di quest’ultimo, denigrato dai cittadini a causa dei suoi disturbi mentali. Inoltre, a causa di una lettera ricevuta da Van Gogh sei anni prima, Joseph esprime dei dubbi riguardo la morte dell’artista. Inizia cosi il viaggio di Armand che ripercorre gli ultimi mesi del pittore, indagando sulla sua morte e alla ricerca del fratello Theo per consegnargli l’ultima lettera dell’artista. 

Il progetto

Il progetto ebbe inizio nel 2008 dall’idea dell’artista polacca Dorata Kobiela che voleva omaggiare l’artista dopo un periodo di crisi superato grazie anche alla lettura delle lettere del famoso artista. Con l’appoggio del marito Hugh Welchamn, vincitore anche di un premio Oscar per il corto “Pietro e il lupo” in stop motion, il progetto cresce e cominciano a cercare un produttore a cui piacesse l’idea di un progetto animato. Steve Muech fu uno dei finanziatori del film chiedendo in cambio una delle tele per la realizzazione del film. 

Non fu un progetto facile: prima di arrivare a dipingere, l’intero film fu girato con attori veri su dei set costruiti per sembrare i quadri/scenari o con il green screen e girato in computer grafica per creare lo scheletro del film, per poi passare alla pittura vera e propria. Ci vollero oltre mille dipinti per un totale di 66960 fotogrammi per realizzare l’opera. Una tecnica mista che unisce tecniche classiche a quelle innovative, pittura ad olio e computer grafica, persone reali a personaggi dipinti su una tela.  

Making Of di “Loving Vincent”:

La tecnica

¹«I pittori selezionati erano molto bravi e sono stati accuratamente selezionati, ma non si poteva pretendere che avessero assoluta dimestichezza con lo stile di van Gogh – spiega Muench –. È stata necessaria una fase di formazione, affinché acquisissero la pennellata, l’uso dei colori, lo stile necessario per ricreare le ambientazioni e i personaggi caratteristici di Vincent. Per agevolare il loro lavoro, inoltre, Dorota ha fatto molta ricerca per trovare la postazione di lavoro più funzionale e sono nate così le Painting Animation Work Stations (PPAWS).»

Le Painting Animation Work erano delle postazioni di lavoro che non permettevano all’artista di essere influenzato dalla luce esterna, cosi da far risultare l’animazione più fluida. Con un proiettore veniva proiettato il girato direttamente sulla tela in modo da essere una base per il pittore che andava poi a scattare immagini digitali che componevano ogni frame. Ogni secondo comprendeva 12 tele e una volta girato, si grattavano via sulla tela le parti in cui si dovevano ricreare piccoli movimenti per poi ridipingerle.

Nel film, i quadri di van Gogh prendono vita, diventando gli scenari perfetti in cui i protagonisti si muovono disinvolti. Ecco che “la Terrazza del caffè la sera” diventa lo scenario di un pub in cui Armand e Joseph dialogano, la famosa “Notte stellata” diventa il cielo notturno nei primi minuti del film o il “Campo di grano con volo di corvi” diventa lo scenario per i dubbi di Armand sulla morte di Vincent. 

La magia di questo film sta proprio qui, riesce a far entrare lo spettatore all’interno dei quadri dell’artista in modo autentico e naturale; un’esperienza che mette subito a proprio agio con questa tecnica mai vista prima.

¹(Loving Vincent: olio su tela e computer grafica per raccontare van Gogh attraverso i suoi quadri, La Stampa, Luca Idemini, 2017)

Lascia un commento